Lago di Calaita, in Val Lozen. Sullo sfondo, le Pale di San Martino.
Lago di Calaita, in Val Lozen. Sullo sfondo, le Pale di San Martino.

Programma dell’escursione

È una escursione molto semplice, con un dislivello minimo, che permette di godere della vista del lago di Calaita e di uno spettacolare panorama sulle Pale di San Martino, sull’altro versante della Val Cismon.

Rifugio Calaita
Rifugio Calaita

Raggiungi il Rifugio Calaita in automobile, dove puoi parcheggiare gratuitamente (nei fine settimana di luglio e agosto alcuni parcheggi sono a pagamento).

Prima di arrivare a forcella Calaita, raggiungi l’interruzione del bosco, una finestra sulle Pale e la Val Cismon

Dal Rifugio Calaita prendi la direzione nord seguendo il sentiero 350-16 che coincide con una strada forestale. Arrivati in prossimità di Forcella Calaita, tieni la sinistra, mantenendo la direzione nord sullo stesso sentiero 350-16. Dopo Forcella Calaita il sentiero si inoltra nel bosco, perdendo un po’ di quota, aggirando uno sperone roccioso.

Qui troverai un bivio: prendi a sinistra il sentiero 9 in direzione Malga Scanaiol – Forcella Scanaiol. Dopo circa 20-30 minuti raggiungi Malga Scanaiol, quota 1.745. La malga non è aperta, al momento. È tuttavia in una posizione bellissima per ammirare le Pale di San Martino in tutta la loro estensione.

Ritorno per la stessa strada.

Pale di San Martino viste da Malga Scanaiol
Pale di San Martino viste da Malga Scanaiol

Variante per chi desidera camminare ancora

Da Malga Scanariol puoi proseguire lungo il sentiero 9 fino a raggiungere Forcella Scanaiol a quota 2.093. Da qui potrai godere di un bellissimo panorama sulle Pale di San Martino e sui versanti della Malga d’Arzon e Cima Paradisi.

Rododendro.
Rododendro.

L’escursione in sintesi

Hai apprezzato la descrizione di questa escursione? La redazione di questi testi, l’elaborazione delle foto e la verifica dei toponimi, delle quote, dei dislivelli costa molto tempo, perché desideriamo darti un servizio che ti permetta di godere delle Dolomiti saltando la fatica di cercare le informazioni. Ma abbiamo fatto anche di più: abbiamo riassunto in una scheda tecnica le informazioni essenziali: partenza, arrivo, dislivello, tempi, difficoltà, numeri dei sentieri, cartografia, indicazioni per portare i bambini, mappe con le indicazioni dove arrivare con l’auto. Per visionare questa scheda ti chiediamo di registrarti: è gratuito e ti costa solo condividere la tua email. Grazie!

Curioso nevaio, a fine giugno, a Forcella Scanaiol
Paesaggio a Forcella Scanaiol
Nuvole basse a Forcella Scanaiol.
Lago di Calaita

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *